Progetti internazionali

Progetto Ki-Foot – Regione Toscana

L’obiettivo generale del progetto KI-FOOT è lo sviluppo di un prototipo fortemente innovativo basato sull’integrazione di sensori e componenti ICT in una calzatura dedicata al monitoraggio della deambulazione in soggetti anziani. Il sistema è composto da una coppia di scarpe sensorizzate (destra e sinistra), comprendenti un set di sensori per la rilevazione di parametri biomedici e biomeccanici dell’anziano, da un’interfaccia utente (APP) su dispositivo mobile e da un’interfaccia remota per una analisi più dettagliata dei dati.

Capofila: CARLOS S.R.L.

Partecipanti:

  • CARLOS S.R.L.
  • ADATEC SENSING & AUTOMATION S.R.L.
  • UNIVERSITA’ DI PISA –
  • MICHELOTTI ORTHOPEDIC SOLUTIONS S.R.L.
  • Consiglio Nazionale delle Ricerche –
  • SCHEMA31 SOCIETA’ PER AZIONI
Progetto ki-foot

European Research Project CoReNet

http://www.corenet-project.eu/

CoReNet sviluppa metodi, strumenti e tecnologie per produrre industrialmente prodotti su misura in piccole serie e con costi sostenibili. Il valore industriale del progetto si basa sulla applicazione di soluzioni innovative per la progettazione e la produzione di abbigliamento sanitario, calzature e accessori per le categorie di consumatori con problemi di salute.

ADDFactor: ADvanced Digital technologies and virtual engineering for mini-Factories

http://www.addfactor.com/

ADDFactor propone il concetto di “Mini-fabbrica”, una soluzione innovativa per la maggior parte degli attori coinvolti nell’intera filiera: il rapporto tra i rivenditori e le tecnologie di produzione saranno permettono una produzione low-cost di prodotti di alta qualità e realizzati su misura, utilizzando dati biometrici dei clienti per offrire una efficace personalizzazione individuale ma mantenendo i costi contenuti grazie alla produzione industriale.

MovAID – Movement Assisting Devices

http://www.movaid.eu/

MovAiD è un progetto interdisciplinare che unisce un consorzio di aziende nell’ambito del Programma UE “Horizon 2020”. Lo scopo è quello di sviluppare tecnologie che possano agevolare la produzione di attrezzature Kineto-dinamiche “passive” e altamente personalizzate, per migliorare o compensare i movimenti umani, aiutando i disabili, anziani e lavoratori.